-----------------

-----------------

Now in Italy it is



(+39) 091 332126

(+39) 328 0470807

voice.md.it@gmail.com



Seguimi

Caricamento...
Home2021-01-13T13:56:25+01:00
Se vuoi conoscere il mio CALENDARIO EVENTI, clic­ca qui

 

formazione gratuita ceimars 2021 2022 free webinars


Res­ti­amo in contatto
tramite questo sito.
Soprattutto,
res­ti­amo umani!
Ogni bene a tutti!
Coraggio!

«Si può rendere
il mistero
di una foresta
mis­uran­do l’altezza
degli alberi?
Non è piuttosto
la sua profondità
insondabile
a liberare
l’immaginazione?»

(Claude Debussy)

Sei un Medico, un Logopedista, un Fisioterapista, un Artista…

e vuoi lavo­rare nel­l’àm­bito del­la Med­i­c­i­na dell’Arte?

«La Med­i­c­i­na del­l’Arte del­la per­for­mance e del­lo Spet­ta­co­lo è una bran­ca del­la Med­i­c­i­na (in Italia, orfana di una Scuo­la di spe­cial­iz­zazione speci­fi­ca) che rap­p­re­sen­ta un àmbito mul­ti­dis­ci­pli­nare che non riguar­da soltan­to i medici ma anche molte altre fig­ure e com­pe­ten­ze, quali le psi­co­logiche e le uman­is­ti­co-filoso­fiche. In col­lab­o­razione con chi vive l’Arte in pri­ma per­sona (attori, bal­leri­ni, buskers, can­tan­ti, circensi, diret­tori, doppi­a­tori, ingeg­neri, maes­tranze, musicisti, reg­isti etc.), essa pun­ta al rag­giung­i­men­to di gesti artis­ti­ci atleti­ci e ultra-pre­cisi ma anche all’estremo rispet­to del­la fisi­olo­gia che a essi sot­tostà. Si occu­pa, così, di pre­ven­zione, diag­nosi, ter­apia e riabil­i­tazione delle malat­tie dei pro­fes­sion­isti del mon­do del­lo spet­ta­co­lo nelle sedi didat­tiche, in ambu­la­to­rio e in teatro. La Med­i­c­i­na dell’Arte, è, quin­di, per cer­ti ver­si, affine a quel­la del­lo Sport abbrac­cian­do altresì molte com­pe­ten­ze del­la Med­i­c­i­na del lavoro. Da entrambe, però, è, nel­lo stes­so momen­to, molto dif­fer­ente; dire e pen­sare che sia soltan­to la Med­i­c­i­na final­iz­za­ta alla cura delle patolo­gie pro­fes­sion­ali e gener­iche degli artisti è, infat­ti, lim­i­tante per­ché non dovrebbe trat­tar­si sola­mente di “Med­i­c­i­na per gli artisti”. Il suo fine dovrebbe essere di pren­der­si cura dell’Arte stes­sa. Sorge un que­si­to lecito e intri­g­ante: come si può con­tribuire a ren­dere l’Arte sem­pre più sana sen­za depau­per­ar­la del suo inti­mo essere Arte? Ques­ta è la sfi­da; ques­ta è la dif­fi­coltà! Ecco per­ché ser­vono Medici artisti e uman­isti per pren­der­si cura davvero dell’Arte e degli Artisti!»

Cfr. Alfon­so Gian­lu­ca Guc­cia­r­do in “Voce e Ses­su­al­ità” (Omega, Tori­no 2007, 164; modif.), in “Silen­zio e Voce” (Qanat, Paler­mo 2016, 161–162; modif.) e in www.ceimars.it