en1it1


091 332126

328 0470807

voice.md.it@gmail.com

rss_icon_0 Iscriviti agli RSS


 

Seguimi

Trattare la voce e i bambini. È tutto facile?

Trattare la voce e i bambini. È tutto facile?

Trattare la voce e i bambini. È tutto facile?

Il clinico non può pensare che usando vezzeggiativi improvvisati e un sorriso in più il bambino (anche artista) collaborerà senz’altro in un processo (ri)abilitativo più o meno lungo. Inoltre, non si può mai avere certezza che il piccolo tollererà che il percorso duri effettivamente più di quanto abbia “deciso” debba durare. Il rischio di fallimento emotivo/terapeutico in fonopedìa pediatrica non è più alto che con gli adulti ma ha caratteristiche specifiche anche perché a essere coinvolti (e posti sotto pressione) sono i clinici, i bambini stessi e le famiglie e, a volte, pure gli insegnanti (di scuola e di eventuale arte performativa). Un bambino non-responding al trattamento è un “insulto” alle capacità operative di un professionista anche affermato.

Forse è anche per questo che, in Italia, i clinici che si ritengono “bravi e famosi” spesso rifiutano a priori di trattare bimbi per patologie di voce differenti da “semplici” nodulopatie cordali e li dirottano a giovani colleghi o ad alunne appena laureate quasi che i bambini dovessero essere trattati soltanto da giovani/tirocinanti/donne e che fossero esclusivo oggetto (e mai soggetto) di training/tirocinio.


Estratto da: Alfonso Gianluca Gucciardo, Trattare Voci e Persone, Qanat, Palermo 2019, 36 (modif.). ISBN: 9788831903196

2019-01-24T13:51:34+00:00

About the Author:

Alfonso Gianluca Gucciardo è medico della voce artistica e delle arti dello spettacolo *** Gianluca Gucciardo is a Performing Arts MD, and an ENT & Voice MD